TheGINday 2018: L’INCONTRO DELL’ANNO
AZIENDE, GUEST INTERNAZIONALI E GIN LOVERS SONO STATI I GRANDI PROTAGONISTI DELLA JUNIPER EXPERIENCE. SULLO SFONDO, IL MATCH “MARTINI COCKTAIL VS GIN&TONIC”

Per la maggioranza dei bartender, dei professionisti Horeca e degli addetti ai lavori del mondo beverage, il mese di Settembre sancisce il ritorno di theGINday.

Giunto alla sua sesta edizione, l’evento dedicato al mondo del gin è un punto di riferimento ormai imprescindibile a livello italiano e, ormai, anche oltre i confini del nostro Paese. Dalla produzione alla vendita, dalla conoscenza approfondita delle materie prime all’utilizzo lavorativo nei cocktail bar: theGINday colloca Milano al centro dell’interesse di un intero settore, emblema di un mondo beverage assai variegato. Un format che richiama l’attenzione tanto della bar industry quanto degli appassionati a questo fantastico distillato, portando nel capoluogo lombardo un pubblico certamente eterogeneo, ma ben conscio di trovare, nella Juniper Experience, risposte all’altezza delle aspettative.

3226 ingressi in due giorni, 7 Gin School masterclasses e 10 incontri sul Main Stage, 104 brand e 251 etichette presenti. Questi i numeri di una due giorni imperdibile, in una modalità coinvolgente tanto per i professionisti che per gli appassionati di cocktails e del distillato.

Tema portante per questa Edizione 2018 è stato l’incontro-scontro fra Martini Cocktail e Gin&Tonic, “the Gentleman’s Choice” VS “the Party People’s Champion”: due modi differenti di intendere il gin in miscelazione per storia, cultura e fruizione, ma la cui polarità ben riesce a rinforzare la diffusione di entrambi. Sul Main Stage di theGINday – allestito in “formato ring” per l’occasione – per affrontare questi ed altri temi sono salite le grandi guest dell’evento, che si sono alternate al palco seminari di The Gin School: dall’Italia, Dario Comini, Leonardo Leuci, Antonio Parlapiano, Fulvio Piccinino, Bruno Vanzan, Roberto Pellegrini; da Londra, ma italianissimi per origine e background, Agostino Perrone con Giorgio Bargiani, Luca Cinalli con Gabriele Manfredi, Peter Dorelli e Salvatore Calabrese. E ancora: Tom Coates, Desmond Payne e Sean Harrison da Londra, Javier De Las Muelas da Barcellona, Nakano Koji da Wakayama, Laura Marnich da Dubai.

L’area dedicata alle aziende ha ancora una volta dato la possibilità al pubblico di assaggiare liberamente la stragrande maggioranza dei gin disponibili sul mercato internazionale, mentre al Main Bar il pubblico ha potuto provare in miscelazione i gin più graditi, distribuendo i “gusti” dei gin lovers fra la preferenza per il Martini Cocktail o per il Gin&Tonic anche grazie alla compilazione di un sondaggio online.

DSC06182 copiaA seguire theGINday è arrivata, come da tre anni ad oggi, la Gin Cocktail Week – nel 2018 promossa da Organics by Red Bull, Bombay Sapphire ed Ice Cube: la settimana di promozione ed eventi si è rivolta a tutti i locali che vogliano promuovere gin e genever attraverso una maggior attenzione al prodotto, con l’obiettivo di avvicinare il cliente ad una scelta sempre più consapevole; a seconda del prodotto scelto per la realizzazione del proprio drink nei vari cocktail bar aderenti, l’utilizzo di uno specifico brand è diventato una vera e propria indagine, sia da parte del bartender che del cliente.

theGINday: appuntamento al 2019!

Rimani aggiornato sui canali ufficiali

                                                                                                   icona-web   4af2db_13d6afcc9baba71ec6bac668b664e534    Come_scaricare_le_foto_e_cancellarsi_da_instagram

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata